Cancellare la partizione di Ubuntu affiancata a Windows

17-07-2016 15:00 - Fonte: www.chimerarevo.com

Abbiamo installato Ubuntu a fianco del nostro sistema Windows preinstallato ma il primo non ci ha convinti fino in fondo? In questa mini-guida vedremo come rimuovere la partizione di Ubuntu direttamente da Windows, senza dover usare tool o dischi di ripristino. Basta utilizzare l’applicazione EasyBCD sul nostro sistema Windows e in pochi semplici clic rimuoveremo il bootloader di Ubuntu (GRUB) e cancelleremo la partizione (o le partizioni) assegnate alla distribuzione GNU/Linux. NOTA BENE: le procedure descritte possono causare problemi al sistema! Effettuate tutti i backup del caso prima di procedere. Cancellare la partizione di Ubuntu Eliminare il bootloader Scarichiamo ed installiamo l’eseguibile del programma EasyBCD. DOWNLOAD | EasyBCD Il programma per funzionare richiede .NET Framework; in sua assenza verrà installato da EasyBCD stesso. Il programma è inutilizzabile se il PC non è connesso alla rete, a meno che il sistema non abbia già installato il framework. Una volta installato il programma, fare clic su BCD deployment dal menu a sinistra. Nella schermata centrale assicuriamoci che la voce Install the windows Vista/7 bootloader to MBR sia selezionata Fare clic su Write MBR per confermare. Al termine, clicchiamo su Edit Boot Menu. Avremo un elenco con il nostro Windows in cima alla lista. Basta assegnare un segno di spunta nella colonna Default al nostro sistema per impostarlo come predefinito all’avvio. Clicchiamo in basso su Save Settings per confermare le modifiche. Recuperare lo spazio del disco Ora bisogna eliminare lo spazio che prima occupava Ubuntu. Tasto destro del mouse su “Risorse del computer” (o Questo PC su Windows 8.1) e selezioniamo “Gestione”; nella nuova finestra apriamo “Gestione disco”. Su Windows 10 basterà fare click destro sul tasto Start e selezionare “Gestione Disco”. Ora è sufficiente cancellare le partizioni Linux / Ubuntu e relativa partizione di ...

- Continua...