Come attivare l’autenticazione a due passaggi sui più noti servizi

09-08-2016 11:30 - Fonte: www.chimerarevo.com

Le ultime notizie sui cosiddetti “data breach” dei tempi recenti sono tutt’altro che incoraggianti: purtroppo la pratica di raccogliere le password – a prescindere dalla modalità – è sempre più diffusa, tant’è che utenti apparentemente prudenti si sono spesso ritrovati ad avere a che fare con accessi indesiderati ai propri account. Oltretutto esiste il rischio che i dati vengano prelevati direttamente dai server dei portali online che si utilizzano quotidianamente, e questa non è mai una bella notizia. Ciò nonostante, molti servizi online danno la possibilità ai propri utenti di abilitare un ulteriore verifica di sicurezza prima di dare libero accesso all’account: si chiama autenticazione a due fattori (o doppia autenticazione, o two-step, o ancora two-factor) e necessita che l’utente inserisca non solo la propria password d’accesso ma anche un secondo codice inviato dal servizio in questione tramite SMS o email, oppure generato da un’app mobile. Nella nostra guida ad una buona gestione della privacy vi abbiamo accennato a questa pratica: oggi, invece, vi daremo le istruzioni per metterla in atto sui più noti servizi online esistenti al momento. Privacy: le (pessime) abitudini che aiutano a NON difenderla La raccomandazione è sempre la stessa: abilitate questa funzionalità che, nonostante possa farvi perdere qualche secondo in più, vi offre un margine di sicurezza nettamente superiore rispetto a quello della “semplice” password. Se state cercando invece le app per Android che possano aiutarvi a generare codici monouso per l’autenticazione a due passaggi potrete consultare la nostra guida dedicata. Autenticazione a due passaggi: le migliori app Android Attivare l’autenticazione a due passaggi Google (Gmail) Usare l’autenticazione a due fattori su Google è una cosa particolarmente importante, soprattutto perché l’account Gmail è alla ...

- Continua...