7 lezioni sulla fotografia da Steve McCurry

05-12-2001 01:00 - Fonte: www.fotocomefare.com

Un fotografo ha solitamente più di un modo per rappresentare la realtà. C’è chi sceglie di farlo mettendoci un tocco artistico e dando una visione molto personale del soggetto rappresentato e c’è chi, invece, preferisce riprodurre la realtà nella maniera più fedele possibile. Solitamente un fotoreporter appartiene alla seconda categoria, più che altro per una necessità comunicativa, essendo il suo lavoro destinato a testate giornalistiche o, più in generale, ai mezzi di comunicazione. Tra questi fotoreporter esiste chi, infine, ha fatto della fedele rappresentazione della realtà una sua missione. E’ il caso di Steve McCurry, unanimemente riconosciuto come uno dei più grandi fotoreporter viventi. Chi è Steve McCurry Steve McCurry nasce nel 1950 nei pressi di Philadelphia. Dopo aver lavorato per qualche anno come cronista fotografico di una testata del posto, nel 1978 decide di partire per l’India come freelance, ripercorrendo le orme del suo idolo Henri Cartier-Bresson, che aveva lavorato a lungo in quella regione. L’India è un posto di cui si innamora immediatamente (“amo l’India, ci sono stato oltre 60 volte. E’ il posto in cui ho imparato a guardare ed aspettare la vita”), ma la svolta nella sua carriera avviene un anno dopo. Attraversa il confine tra Pakistan ed Afghanistan mescolandosi agli abitanti del posto, riprende il conflitto con i russi e riattraversa il confine cucendosi nei vestiti rotoli di negativi. L’azzardo ha successo e diventa il primo fotoreporter a portare in occidente testimonianze fotografiche del conflitto. I suoi scatti in bianco e nero fanno il giro del mondo e vince il Premio Robert Capa, destinato ai fotografi che si sono distinti per eccezionali prove di coraggio in zone di guerra. Da lì la sua carriera è un susseguirsi di successi, imponendolo all’attenzione generale per il suo stile denso di drammaticità, soprattutto nei ritratti. Oggi, Steve McCurry, abbandonata definitivamente la fotografia analogica ...

- Continua...