6 lezioni sulla fotografia da Henri Cartier-Bresson

05-12-2001 01:00 - Fonte: www.fotocomefare.com

Quando si parla di arti espressive come la pittura, la scultura o la musica, quasi sempre è possibile trovarne il suo simbolo più rappresentativo, ovvero colui che più facilmente di altri viene associato a quello specifico campo artistico. E così, ad esempio, Caravaggio è la pittura, Michelangelo è la scultura e Mozart è la musica. Certo, se ne potrà discutere all’infinito e ci sarà sempre chi preferirà l’uno all’altro. Ma se parliamo di fotografia, possiamo affermare con pochi dubbi che Henri Cartier-Bresson è unanimemente riconosciuto come “il fotografo” per eccellenza. Henri Cartier-Bresson nasce in Francia, nei pressi di Parigi, nel 1908 e inizialmente si dedica alla pittura, poi al cinema. In principio si interessa poco alla fotografia e quel poco è solo funzionale alla sua attività di pittore e aiuto regista (lavorerà nella realizzazione di tre film con Jean Renoir). L’amore vero per la fotografia, quello che lo fa innamorare del desiderio di riprendere fedelmente la realtà, avviene in un momento ben preciso, esattamente nel 1931. L’immagine qui sopra non è una fotografia di Cartier-Bresson, ma di Martin Munkacsi, un fotografo ungherese molto in voga negli anni ’30. E’ proprio questa immagine che fa scattare in Henri la passione per la fotografia “E’ stata quella foto a dar fuoco alle polveri, a farmi venir voglia di guardare la realtà attraverso l’obiettivo”. Quell’obiettivo sarà precisamente un 50 mm che, accoppiato ad una Leica 35 mm, sarà il suo equipaggiamento preferito per quasi tutta la sua vita. “Ho scoperto la Leica; è diventata il prolungamento del mio occhio e non mi lascia più”. Armato della sua nuova passione e della sua macchina fotografica, Henri Cartier-Bresson inizia a girare il mondo, inizialmente arruolandosi nella resistenza francese durante la Seconda Guerra Mondiale. “L’avventuriero che è in me si sente obbligato a testimoniare le cicatrici di questo mondo con uno strumento ...

- Continua...