Finalmente arrivano i nuovi Mac Pro, con una potenza fino a 16 core di elaborazione

27-07-2010 21:23 - Fonte: www.appletribu.com

Apple ha presentato oggi la nuova linea di Mac Pro con fino a 12 core d’elaborazione e fino al 50% di performance superiore rispetto alla generazione precedente. Integrando gli ultimi processori Xeon quad-core e 6-core, la nuova grafica ATI e la possibilità di integrare fino a 4 drive a stato solido (SDD) da 512GB, il nuovo Mac Pro mantiene delle performance sorprendenti e caratteristiche di espandibilità per soddisfare gli utenti e i professionisti più esigenti. “Il nuovo Mac Pro è il più potente e personalizzabile Mac che abbiamo mai prodotto,” afferma Philip Schiller, Senior Vice Presidente del Product Marketing di Apple. “Con fino a 12 core, il nuovo Mac Pro supera in resa il nostro precedente sistema top di gamma del 50% e con oltre un miliardo di configurazioni possibili, i nostri clienti possono creare esattamente il sistema che vogliono.” Al centro della performance del nuovo Mac Pro ci sono i processori Intel Xeon quad-core e 6-core di ultima generazione che girano ad una frequenza fino a 3,33 GHz. Questi processori multi-core utilizzano un singolo die in modo che ogni core possa condividere fino a 12MB di cache L3 per migliorare l’efficienza aumentando la velocità di elaborazione. Questi sistemi sono caratterizzati da: un controller della memoria integrata per una maggiore larghezza di banda e una minore latenza della memoria; Turbo Boost per accelerare dinamicamente la velocità dei processori fino a 3,6 GHz; Hyper-Threading per creare fino a 24 core virtuali. Il Mac Pro integra il processore grafico ATI Radeon HD 5770 con 1GB di memoria e gli utenti possono scegliere anche la più veloce ATI Radeon HD 5870 con 1GB di memoria. Per la prima volta gli utenti di Mac Pro hanno la possibilità di ordinare un SSD da 512GB per incredibili performance e un’affidabilità di altissimo livello. Con la possibilità di installare fino a quattro drive SSD all’interno degli alloggiamenti dei drive, il nuovo ...

- Continua...