La Nuova Zelanda abbandona (in parte) i brevetti sul software

29-07-2010 10:00 - Fonte: www.ossblog.it

Recentemente il governo neozelandese ha annunciato di voler rimuovere il software dall’elenco delle cose che si possono brevettare. La decisione è stata presa dopo un lungo dibattito che ha visto fronteggiarsi, da una parte, il movimento FLOSS e, dall’altra, le aziende che producono software proprietario. Nel cambiare la propria posizione sulla brevettabilità del software la Nuova Zelanda ha fatto un grosso passo a favore dell’open source e ne ha riconosciuto i vantaggi e la capacità di innovare. Il governo ha voluto, però, fare una piccola eccezione per consentire la brevettabilità dei software che girano nei dispositivi embedded. Via | OpenSource La Nuova Zelanda abbandona (in parte) i brevetti sul software é stato pubblicato su ossblog alle 10:00 di giovedì 29 luglio 2010.

- Continua...