Creare RAID in Windows (o JBOD)

04-11-2016 12:27 - Fonte: www.chimerarevo.com

Anche se tutto il mondo li definisce RAID, Windows utilizza un altro tipo di nomenclatura – per intendere la stessa cosa – che fa riferimento a come i dati vengono scritti sui dischi coinvolti. E’ per questo che: il RAID 0 corrisponde allo “Striped”; il RAID 1 corrisponde al “Mirrored“; il JBOD corrisponde allo “Spanned“; il RAID 5… rimane invece RAID 5 (ma è disponibile soltanto sulle versioni Enterprise del sistema operativo). Se avete bisogno di un’infarinatura teorica per meglio comprendere cosa sia un RAID, vi rimandiamo al nostro articolo dedicato che spiega, con termini semplici, cosa significhi questo termine e quale sia l’utilità di tale tecnologia. RAID: cos’è e come funziona Creare RAID (o JBOD) in Windows Questo tutorial per creare RAID in Windows è funzionante su tutti i sistemi operativi a partire da Windows 7. Per creare un RAID 5, c’è bisogno di disporre di un sistema operativo Enterprise. Due i prerequisiti fondamentali affinché sia possibile creare un array di dischi: bisogna disporre dei privilegi amministrativi; il numero di dischi deve essere compatibile con l’array da creare (almeno due per RAID 0, 1 e JBOD, 3 per RAID 5). Premete innanzitutto la combinazione di tasti WIN+R e scrivete al suo interno il comando diskmgmt.msc (in alternativa, cercate “Gestione disco” dal menu Start o dalla Start Screen). Vi apparirà la finestra di gestione dei dischi. Nel caso i dischi siano completamente RAW vi sarà chiesto di creare una nuova tabella delle partizioni (MBR o GPT; per questioni di compatibilità, il mio consiglio è di attenersi “ancora” ad MBR). Verificare se il disco usa MBR o GPT E’ possibile creare un RAID 0,1,5 o un JBOD a partire da dischi vuoti e senza volumi (qualora uno o più dischi siano vuoti ma già formattati, sarà necessario selezionarli uno per volta e scegliere Elimina ...

- Continua...