Tag NFC: cosa sono e come usarli su Android

24-10-2016 10:37 - Fonte: www.chimerarevo.com

Cosa è un tag NFC? Cosa significa, di fatto, questo acronimo? Partiamo dall’inizio: NFC, che sta per “Near Field Communication“, è una tecnologia che permette di ottenere connessioni wireless bidirezionali a breve distanza. Di fatto, quando due dispositivi NFC vengono avvicinati (raggio massimo: 4cm), si crea in automatico una connessione p2p bidirezionale in grado di scambiare dati tra di essi. Quasi tutti i telefoni moderni sono dotati di chip NFC, tecnologia che permette di scambiare dati e informazioni con il semplice avvicinamento dei dispositivi. Molti pensano che tale tecnologia sia utile solo per i pagamenti contactless, perché il trasferimento di file con NFC di solito non è sempre velocissimo (molto meglio WiFi Direct) e tenere i dispositivi troppo vicino non è decisamente una trovata “comoda”, al punto che tale tecnologia per il 96% della vita di uno smartphone recente verrà tenuta su OFF. Come sfruttare quindi questa tecnologia all’apparenza inutile? In vendita sono disponibili i tag NFC, chip custoditi su piccole targhette adesive o simili su cui si possiamo scrivere dati e informazioni interpretabili dallo smartphone. La loro particolarità è che non necessitano di fonti di alimentazione per funzionare (quindi non hanno una batteria), ed offrono spazio minimo dove è possibile scrivere informazioni come un indirizzo internet, un numero di telefono o un comando specifico da lanciare; con un telefono che supporta NFC basterà avvicinare dei tag NFC pre-programmati per eseguire un certo tipo di azione su smartphone. Vediamo insieme come sfruttare questi tag NFC e quali azioni possiamo automatizzare su un dispositivo dotato di sistema operativo Android. Tag NFC: acquisto e guida all’uso Possiamo procurarci i tag NFC su Amazon.it spendendo circa 7€ per 4 tag-portachiavi o circa 16€ per 15 tag adesivi. Di default questi tag sono “vuoti”, non permettono di eseguire nessuna operazione ...

- Continua...