Potenziare il segnale WiFi: guida completa

22-06-2016 11:00 - Fonte: www.chimerarevo.com

Anche se il cavo Ethernet garantisce velocità ineguagliabili nulla riesce a battere la comodità della connessione senza fili (WiFi)! Ormai ovunque c’è una rete WiFi pronta a garantirci accesso alla rete, e da anni ormai  in tutte le case italiane ci siamo attrezzati per permettere la connessione dei dispositivi mobile (smartphone e notebook in primis) ad Internet senza i fastidi e i limiti di un cavo. Ma cosa fare se la nostra rete inevitabilmente si trova “a scontrarsi” con le reti dei vicini? Come fare se proprio l’ufficio non è coperto dal segnale del nostro router perché troppo distante? Ecco la guida che stavate cercando: i migliori consigli per potenziare il segnale WiFi per renderlo a prova di interferenze e a prova di “casa enorme”. Dopo aver letto questa guida non ci saranno più scuse, il WiFi prenderà benissimo in ogni angolo della casa! Potenziare il segnale WiFi: questione di prerogative Una doverosa premessa ancor prima di consigliare qualsiasi cosa: non aspettatevi velocità mostruose per il trasferimento di file tra un PC e l’altro della rete! Il segnale WiFi deve essere prerogativa dei dispositivi che necessitano di accesso ad Internet senza l’ausilio di un cavo. Il WiFi è per Internet, punto! Se cercate di trasferire enormi quantità di file da un PC all’altro sfruttando il WiFi, rischierete di rimanere molto delusi dalle velocità in gioco: sui 2.4 GHz (la frequenza più famosa per il WiFi) i canali più stabili sono quelli con ampiezza di 20 MHz, quindi la velocità massima di trasferimento è 150 Mbps (protocollo N, 18,75 MB/s) da ripartire equamente tra tutti i dispositivi connessi; un client WiFi da solo non può prendersi più di un terzo della velocità massima, quindi la velocità di trasferimento tra due PC connessi alla rete WiFi è di circa 4-7 MB/s massimo (nelle migliori condizioni di rete). Per migliorare la velocità tra PC possiamo sfruttare i 5 GHz (protocolli N ...

- Continua...