Poche donne nel settore informatico: solo l'1% è nell'open source

02-08-2010 13:00 - Fonte: www.ossblog.it
Girls in Tech

Audrey Watters è una giornalista che scrive su ReadWriteWeb, una testata neozelandese piuttosto influente nel web 2.0. La settimana scorsa Audrey è stata all’OSCON 2010 e a margine degli interventi più tecnici ha proposto un’analisi della presenza femminile nel mondo dell’open source. La foto, scattata forse in una pausa, è piuttosto eloquente. Le ricerche della Watters hanno portato a quantificare in un una percentuale del 25% le donne impiegate nel settore tecnologico rispetto al totale. Di queste però soltanto l’1% risulta attivo in progetti identificabili come «open source». Una presenza decisamente limitata, benché l’OSCON abbia offerto una corsia preferenziale agli speech tenuti da donne. Eppure i risultati ottenuti da Audrey Watters non considerano due casi recenti in ambito Linux. Primo fra tutti quello di Jane Silber, eletta CEO di Canonical. Per non dimenticare la candidatura di Margarita Manterola come Debian Project Leader. Indubbiamente la presenza femminile è in minoranza sui colleghi uomini, ma gli esempi d’eccezione non mancano. Foto | Justin S. Poche donne nel settore informatico: solo l'1% è nell'open source é stato pubblicato su ossblog alle 13:00 di lunedì 02 agosto 2010.

- Continua...