Come esportare le note da Google Keep

03-07-2016 12:51 - Fonte: www.chimerarevo.com

Google Keep è un servizio estremamente comodo che permette di salvare al volo piccole note contenenti testo o liste a spunta direttamente sul cloud, così da averle sempre a portata di mano (sia grazie alle varie app mobile che all’applicazione web di Keep) su qualsiasi dispositivo, con la possibilità di personalizzarne disposizione e colore per tenerle organizzate al meglio. Ma è possibile esportare direttamente sul proprio dispositivo così da averle salvate in locale? Ebbene la risposta è si, tuttavia bisogna ricorrere a dei piccoli trucchetti; leggendo la piccola guida di seguito troverete due metodi per esportare le note da Google Keep: non vi resta che scegliere quello più adatto a voi! Prima di continuare: l’esportazione tramite Takeout o tramite Documenti Google non implica affatto la sincronizzazione postuma; qualora le note fossero modificate in cloud, i cambiamenti non saranno salvati anche in locale e bisognerà provvedere ad un’esportazione successiva. Metodo 1: Google Takeout Si tratta senza dubbio del metodo più rapido e semplice: l’unico requisito è quello di aver installato un qualsiasi programma che possa leggere i documenti HTML (tutti i browser sono in grado di gestirli), in quanto l’esportazione avverrà utilizzando tale formato. Tramite Google Takeout, infatti, è possibile esportare un unico archivio compresso contenente tanti documenti HTML quante sono le note presenti in Google Keep.  Ciascuna nota avrà il suo documento associato e, nel caso di note senza titolo, sarà utilizzata la data come nome del documento. Procedere è semplicissimo: la prima cosa da fare è recarsi sulla pagina apposita di Google Takeout, linkata in basso: LINK | Google Takeout – Esporta dati Keep Apparirà una schermata simile a quella che segue: Assicuratevi che il check verde in corrispondenza di Keep sia attivo, poi fate click su “Avanti”. A questo punto vi verrà chiesto il formato di compressione ...

- Continua...