‘Risparmia Batteria’ su Windows 10: cosa è e come configurarlo

08-07-2016 16:30 - Fonte: www.chimerarevo.com

Lo “spreco” dell’energia residua è sempre stato un cruccio per i dispositivi portatili, per definizione dotati di una fonte di alimentazione ad autonomia limitata. Risparmiare batteria era ed è un problema per i notebook, per gli smartphone e per i tablet. Microsoft ha sempre offerto una modalità per gestire e personalizzare al meglio il risparmio energetico nei suoi sistemi operativi desktop (ad esempio limitando le prestazioni in automatico o abbassando la luminosità dello schermo). In Windows Phone 8, invece, il big di Redmond  ha introdotto una precisa modalità ovviamente più adatta agli smartphone, che in un solo tap potesse disattivare in parte o del tutto le app in background e diminuire la luminosità dello schermo, aumentando così la durata residua della batteria. Essendo Windows 10 un sistema operativo convergente adatto sia al desktop che a tablet e smartphone e, poiché anch’esso ha a che fare con app in background, Microsoft ha deciso di fare un vero e proprio porting della modalità “Risparmia Batteria” anche in Windows 10. Vediamo di cosa si tratta! Attivare Risparmia Batteria su Windows 10 Per attivare la modalità “Risparmia Batteria” (di default viene attivata automaticamente quando il livello della batteria è pari o inferiore al 20%) bisogna fare tap sull’icona della batteria presente nell’area di notifica e successivamente sul tasto “Risparmia Batteria”. Da notare che è possibile attivare Risparmia Batteria soltanto quando il dispositivo è scollegato dalla rete elettrica.  Così facendo, per impostazione predefinita, verrà diminuita la luminosità del monitor (che potrete comunque diminuire ulteriormente o aumentare usando il pulsante a fianco); verrà disattivata l’attività in background delle app installate nel sistema: ciò significa che queste app non invieranno più notifiche push e non effettueranno attività alcuna (ad ...

- Continua...