È diventata Apple il principale "nemico" pubblico dell'open source?

10-08-2010 09:00 - Fonte: www.ossblog.it
Fuq Patente

Questa è l’opinione di Florian Müller, in prima linea per l’abolizione dei brevetti software, che in sostanza riprende le parole di Richard Stallman. Una definizione ingenerosa, quella di «fair troll», per un’azienda che ha dato tanto all’open source. Eppure il trend degli ultimi anni sembra confermare la tesi di Müller e vanificare quanto di buono ha fatto Apple. Tanto da renderla peggiore di Microsoft agli occhi della comunità FOSS. Müller analizza le due multinazionali in relazione all’uso dei brevetti. Microsoft si comporterebbe come tutte le altre imprese del settore, proponendo software proprietario e talvolta “aprendosi” in caso di necessità. Apple, al contrario, farebbe un uso illecito dei programmi liberi incubandoli in un ambiente chiuso. Nulla di nuovo nelle parole di Müller. Ma c’è chi ritiene che Microsoft sia il capro espiatorio da sopprimere. Gli atteggiamenti radicali non avvantaggiano nessuno e persino l’ostinazione nel paragonare questa e quella azienda rischia di diventare del tutto sterile. Però chiudere entrambi gli occhi di fronte alla situazione odierna sarebbe altrettanto sbagliato. L’aspetto da cui trarre elementi positivi, nelle conclusioni di Florian Müller, riguarda l’estensione della soglia di guardia a realtà estranee e antagoniste alla nota Microsoft. Foto | Günther Starnberger È diventata Apple il principale "nemico" pubblico dell'open source? é stato pubblicato su ossblog alle 09:00 di martedì 10 agosto 2010.

- Continua...