Image sharpening (Parte 2) – Lo sharpening Creativo

13-06-2016 09:14 - Fonte: www.fotografareindigitale.com

Abbiamo già visto nella prima parte di questo articolo come gestire il flusso di lavoro per quanto riguarda l’image sharpening. Continuiamo, adesso, con il vedere come applicare lo sharpening creativo, al fine di rendere più interessante e soprattutto migliore la nostra immagine finale. Anche se lo sharpening creativo può essere pensato come una fase dello sharpening applicato tra la cattura e la produzione dell’immagine, in realtà viene usato dai fotografi per rendere più nitide le aree precedentemente selezionate di un’immagine. Questo processo può essere fatto per evitare che il rumore di un’immagine si amplifichi nelle zone nitide della stessa, oppure per attirare l’attenzione di chi guarda l’immagine su dei soggetti specifici. Per esempio, nel caso dei ritratti, potreste voler rendere più nitide le ciglia senza rovinare la texture della pelle, o nel caso dei paesaggi, sottoporre le foglie allo sharpening senza però intaccare il cielo. La chiave per fare bene lo sharpening selettivo è la creazione di una maschera. A differenza della fase di produzione dello sharpening, questa maschera dev’essere creata manualmente. Per applicare uno sharpening selettivo usate una maschera: duplicato. Fate un duplicato della vostra immagine, poi applicate lo sharpening creativo sull’intera immagine. Questo sharpening può essere molto aggressivo e potete renderlo più “fine” più tardi. Creare una maschera. Per creare una maschera con Photoshop, aprite il menù Layer > New > Layer…, oppure schiacciate in contemporanea i tasti Shift+Ctrl+N. Colorate la maschera. Selezionate la maschera scelta (cliccandoci sopra con il tasto destro del mouse). Colorate le aree della maschera con il bianco e/o con il nero se volete creare uno sharpening creativo che rimanga visibile oppure nascosto nell’immagine finale. Affinate. Riducete l’opacità dello strato superiore se volete diminuire l’influenza ...

- Continua...