Image sharpening (Parte 1)

13-06-2016 09:13 - Fonte: www.fotografareindigitale.com

L’image sharpening è uno strumento molto potente per enfatizzare le trame delle foto e per catturare l’attenzione dell’osservatore. L’utilizzo dello sharpening ha avuto un boom con l’immagine digitale (ovviamente), soprattutto perché i sensori di una macchina fotografica nonché le sue lenti tendono sempre a sfocare leggermente un’immagine, e questo richiede una correzione se si vuole ottenere una riproduzione fedele della realtà. Comunque, le tecniche per rendere le immagini più nitide non sono universali, ovvero non valgono per tutte le immagini nello stesso modo. Lo sharpening, ovvero la nitidezza di una foto dipende principalmente dal nostro gusto e dalla nostra visione del mondo e della foto. Inoltre, un utilizzo massiccio di questo strumento tende a rovinare l’immagine stessa. D’altra parte, se facciamo un uso corretto delle tecniche dell’image sharpening, possiamo migliorare la qualità apparente di un’immagine persino molto di più che cambiando l’obiettivo della fotocamera con uno di fascia più alta.  Come funziona l’image sharpening Molti software che includono strumenti per l’image sharpening lavorano applicando la cosiddetta “maschera di opacità” che, a dispetto del suo nome, ha la funzione di rendere più nitida un’immagine. Questo strumento lavora sulla fotografia esaltando la differenza di luminosità tra i bordi e l’immagine stessa. Nel grafico qui sotto, la comparazione tra l’immagine ideale (in bianco), quella scatta (in rosso) e quella trasformata in nitidezza (in verde). Come si vede lo “sharpening” non è altro che un compromesso. Anche se il processo di sharpening non è in grado di ricostruire l’immagine ideale (ovvero come sarebbe stata se avessimo scattato la foto perfetta), è tuttavia capace di creare l’apparenza di un bordo più definito. Il segreto effettivo dello sharpening è quello di aggiungere un delicato equilibrio, rendendo i ...

- Continua...