Aberrazione cromatica laterale

30-06-2016 10:47 - Fonte: www.fotografareindigitale.com

L’aberrazione cromatica laterale o trasversale (anche chiamata colore laterale o differenza cromatica di magnificazione), è un particolare tipo di problema che si manifesta sotto forma di frange di colore che si disperdono ai bordi dell’immagine. In pratica, l’aberrazione cromatica laterale è un’aberrazione dovuta ad un fuori asse: al centro ottico del piano focale non vi è aberrazione ma tende ad aumentare con l’aumento dell’angolo di incidenza rispetto al piano ortogonale alla lente (vedi figura sotto). L’aberrazione cromatica laterale (o trasversale) per i punti fuori asse in un obiettivo che è stato corretto solo per l’aberrazione cromatica longitudinale. L’effetto è una variazione per i colori rosso e blu (R e B nella figura) di una certa distanza (Yb e Yr a seconda del colore) rispetto all’asse. dell’immagine distanza y dall’asse per luce rossa e blu Mentre l’aberrazione cromatica assiale riguarda la distanza di focale dalla lente in cui si forma l’immagine, l’aberrazione cromatica laterale riguarda la dimensione dell’immagine. Si tratta di un problema non facile da correggere: i suoi effetti peggiorano con l’aumento della lunghezza focale, e non ssi riducono chiudendo l’apertura dell’obiettivo. La cosa migliore da fare (che è quanto viene fatto dai produttori di lenti fotografiche) è definire per ogni lente un limite alle prestazioni delle lenti a lunghe focali, in particolare quelle utilizzate per lavorare a separazione di colori. Le lenti a specchio (ancora i catadiottrici per fare un esempio) possono in alcuni casi offrire una valida un’alternativa, ma hanno i propri limiti. L’aberrazione cromatica laterale può essere minimizzata realizzando una lente simmetrica ed utilizzando almeno tre diversi tipi di vetro ottico. Fortunatamente, grazie agli ultimi ritrovati dal punto di vista dei materiali, questo problema può essere ora quasi completamente risolto. ...

- Continua...