Sicurezza in Wi-Fi: ciò che c’è da sapere per difendersi

08-07-2016 16:05 - Fonte: www.chimerarevo.com

Sono trascorsi ormai diversi anni da quando nelle case degli utenti sono arrivati i comodi router o Access Point Wi-Fi. Si tratta, come vi abbiamo già raccontato, di dispositivi in grado di collegarsi ad Internet e diffondere il segnale tramite una connessione senza fili, così da poter essere utilizzato da più persone contemporaneamente. Da subito, tuttavia, ci hanno insegnato che una chiave di rete forte e ben strutturata è fondamentale per tenere al sicuro la propria rete, sebbene in scenari un attimino più complessi di una connessione casalinga potrebbe non bastare. Ma per quale motivo si dovrebbe proteggere un collegamento a Internet tramite router o Access Point? Il primo che viene in mente è che i malintenzionati possano “sfruttare” la connessione stessa per far danni in rete senza prendersene responsabilità; spesso, però, il motivo è tutt’altro: più dispositivi sono connessi ad una rete Wi-Fi più circolano dati, quindi l’accesso non autorizzato ad una rete privata può portare di fatto ad una fuga di essi. In che modo ve lo spieghiamo noi: di seguito potrete trovare una lista delle tipologie di attacco più utilizzate, con tanto di soluzione (a volte parziale) per evitare che avvengano. Anche questa volta eviteremo di scendere nei dettagli per rendere la lettura più scorrevole e piacevole: vi invitiamo, se voleste approfondire, a consultare le numerose risorse disponibili in rete. Nota: se siete poco pratici della terminologia vi consigliamo di dare un’occhiata al nostro glossario prima di procedere con la lettura. Connettività WiFi: uno sguardo ai termini più usati Spoofing da hotspot sconosciuti Girando in strada, spesso ci si imbatte in connessioni Wi-Fi “ingenuamente” non protette pronte per essere utilizzate dal primo che capita. Sebbene spesso ciò sia evidente segnale di distrazione da parte del proprietario della rete, può capitare che un hotspot apparentemente gratuito e senza ...

- Continua...