Guida a OneDrive, il cloud di Microsoft

03-08-2016 16:09 - Fonte: www.chimerarevo.com

Quando si parla di servizi cloud è automatico pensare a uno spazio online che permetta di archiviare i file e, eventualmente, condividerli con i propri contatti in modo più o meno semplice. La comodità di servizi del genere è quella di poter aver sotto mano i propri file dipendendo soltanto da una connessione a Internet, senza considerare più di tanto la piattaforma da cui si lavora e, soprattutto, senza dover avere sotto mano il proprio computer. Focalizzandoci proprio su questo aspetto andiamo a studiare una delle piattaforme che, nel tempo, è passata da un semplice strumento per l’upload di file ad una piattaforma che permette – oltre ovviamente all’upload – anche di creare documenti, condividerli e modificarli in modo collaborativo. Stiamo parlando della piattaforma cloud di Microsoft: nella nostra guida a OneDrive capiremo le metodiche di funzionamento per l’archiviazione, la creazione e la condivisione di file ed analizzeremo altri aspetti di essa. Guida a OneDrive Cosa è OneDrive Nata sotto il nome di Windows Live Folders, poi rinominata in SkyDrive (modificato successivamente per via del colosso Sky, che reclamava diritti sul nome), Microsoft OneDrive fa la sua comparsa in Italia – sotto il nome di Live SkyDrive – nel lontano 2008. Inizialmente si trattava di un mero spazio per l’archiviazione di file ma, nel tempo, OneDrive si è trasformato in una piattaforma cloud collaborativa completa, integrando fortemente i servizi dell’ecosistema Microsoft sia nelle sue dinamiche che tra gli stessi menu. Di fatto OneDrive permette di archiviare file e cartelle e condividerli, ma anche di creare documenti e modificarli in modo collaborativo. OneDrive è lo spazio cloud principale associato a Office365 (pur trattandosi di due servizi separati). Tariffe & Limiti Microsoft OneDrive necessita di un account Microsoft ed offre uno schema tariffario molto semplice: esso offre di base 5 GB gratuiti ...

- Continua...