Costruire rapporti nella fotografia

17-08-2016 12:34 - Fonte: www.fotografareindigitale.com

La fotografia di ritratto, per quanto possa sembrare piuttosto facile, è probabilmente la più complessa in assoluto, in quanto oltre alle caratteristiche tecniche mette in gioco le relazioni interpersonali (ovvero costruire rapporti nella fotografia). Fotografare una persona è facile: si punta, si compone la scena, si scatta. Ma fare in modo che la foto non sia impersonale e fredda è un’altra cosa: saper gestire il proprio soggetto è fondamentale per ottenere uno scatto davvero buono. E vi assicuro che imparare a farlo è probabilmente la cosa più impegnativa ed ardua possibile. Costruire rapporti nella fotografia: educazione del soggetto Molti fotografi, quando si tratta di approcciare la fotografia di ritratto, puntano tutto sull’educazione del soggetto: correzione di posture o posizioni sbagliate, consigli e scene create ad hoc. Se quest’approccio è probabilmente il più semplice e permette di ottenere immagini tecnicamente corretta, educare il soggetto può non essere sempre una scelta saggia, soprattutto se si sta lavorando con un modello o una modella esperta. Se state lavorando con un soggetto o soggetti che non sono al corrente di ogni aspetto della ritrattistica, spiegare cosa si sta facendo e perché è fondamentale per instaurare con loro un qualche rapporto. Se chiedete ai vostri soggetti di assumere una particolare posa (ad esempio sporgersi leggermente in avanti, tirare su il mento o altre tecniche), spiegate sempre e nel dettaglio perché state facendo questa richiesta, evidenziando i benefici nella fotografia finale. Se al contrario lavorate con un soggetto esperto, aspettatevi che il vostro soggetto scelga pose e posizioni. In questi casi correggerlo potrebbe essere controproducente. Ovviamente una sana e pacata discussione deve essere sempre intavolata, ma guardatevi da imporre il vostro modo di fotografare, soprattutto se non avete un nome altisonante. By: Igor Shatokhin – CC BY 2.0 Costruire rapporti nella fotografia: Niente ...

- Continua...