Flash a slitta: impara a gestirli come un vero professionista

29-08-2016 07:30 - Fonte: www.fotocomefare.com

Ogni volta che fotografi in condizioni di scarsa luminosità con la tua reflex, ti accorgi che una delle fasi più complesse è la gestione del flash on camera. Il flash posto sulla reflex (detto anche flash pop-up) ti aiuta a scattare una fotografia dove sarebbe altrimenti troppo buio per riuscirci, illuminando la scena. Spesso, però, i risultati in termini di qualità non sono esattamente entusiastici. Bisogna fare i conti con visi completamente bianchi e sfondi totalmente neri, oppure con i classici e antiestetici occhi rossi. Per risolvere queste e altre situazioni arrivano in soccorso i flash esterni, che sono appunto dei flash che possono essere utilizzati staccati dal corpo macchina, tramite cavi o trigger. Il flash a slitta è un particolare tipo di flash esterno così chiamato perché, nella parte inferiore, è provvisto di una vera e propria “slitta” metallica, che altro non è che il contatto elettrico di giunzione con la fotocamera. I flash a slitta hanno il vantaggio di essere piccoli e maneggevoli, in confronto agli ingombranti (e costosi) flash da studio. Inoltre, funzionando con delle batterie e non con la corrente elettrica di rete, possono essere utilizzati in esterna senza grande dispendio di mezzi e risorse. Saper gestire la luce di un flash a slitta ti permette di creare situazioni di illuminazione molto realistiche in tutte le condizioni. Se vuoi imparare tutti i segreti di questi flash, questo videocorso potrebbe fare al caso tuo. Sto parlando di “Grandi luci con piccoli flash a slitta”, di Simone Conti, esperto fotografo di matrimonio, ritratto e still life. Simone Conti è anche co-fondatore di FotografiaProfessionale.it ed è autore di numerosi ebook e workshop sulla fotografia. Cosa imparerai da questo corso Ti confesso che ero molto incuriosito da questo videocorso. Soprattutto perchè non mi era mai capitato di imbattermi in un corso che trattasse questo particolare argomento in maniera così approfondita. In realtà il sottotitolo ...

- Continua...