Recensione Lenovo ZUK Z2: croce e delizia

06-09-2016 16:58 - Fonte: www.chimerarevo.com

Lo ZUK Z1 fu uno smartphone che mi fece letteralmente innamorare: ora ho potuto finalmente provare lo ZUK Z2 che, rispetto al fratello, è molto cambiato sotto ogni aspetto. Il design a mattoncino può a primo impatto sembrare strano ma ha il suo perché; anche il sistema a bordo è diverso perché la Cyanogen OS è parte del passato in favore della ZUI (basata su Android 6.0.1 Marshamallow). Vi dico fin da subito che sono più i pregi che i (pochi) difetti riscontrati in questo smartphone ma che mi sento di consigliare solo ad utenti consapevoli e avanzati. I motivi? Basta leggere la recensione seguente! Confezione La confezione dello ZUK Z2 è semplicissima: scatola di cartone con all’interno lo smartphone, manuale per le istruzioni, spilletta per cacciare fuori lo slot per le due Nano-SIM e il caricabatteria a muro (presa non Europea, vi servirà l’adattatore) dotato anche di cavo USB Type-C. Design ed ergonomia Esteticamente lo ZUK Z2 è dotato di un retro ricoperto da uno strato di vetro, molto bello al tatto, e uno spessore importante che rendono il telefono un piccolo mattoncino ma non troppo pesante (141.7 x 68.9 x 8.5 mm per 149 grammi di peso). I bordi sono invece in plastica. In mano nessun problema: molto maneggevole, non scivoloso ma… la situazione cambia notevolmente quando lo poggiate su una superficie piana, perché lo ZUK Z2 diventerà molto molto molto scivoloso. Attenti soprattutto se siete in un bar con tavolino leggermente pendente e inclinato! Il display da 5 pollici LTPS IPS LCD con risoluzione 1920 x 1080 riproduce fedelmente i colori, si legge bene anche sotto la luce del sole e ha un sensore di luminosità che funziona bene ma è abbastanza lento. Sicuramente la situazione migliorerà con futuri aggiornamenti. Punto a favore: c’è il doppio tocco per il risveglio dello smartphone (se volete) e la modalità notturna che bilancia i colori per non stancare la vista in luoghi scuri (o quando siete a ...

- Continua...