Come difendersi dai virus che chiedono un riscatto

12-09-2016 11:59 - Fonte: www.chimerarevo.com

La piaga del nuovo millennio per i PC sono i ransomware, balzati agli onori della cronaca come “i virus che chiedono un riscatto”. Questi pericolosi malware bloccano il vostro PC rendendolo inutilizzabile, mostrando nel frattempo una schermata informativa (spesso associata a enti anti-pirateria o enti pubblici) in cui viene richiesta una somma di denaro per sbloccare il PC. La pericolosità dei ransomware è data dal fatto che oltre a bloccare il PC il malware cifra gradualmente tutti i file custoditi nel disco rigido e sulle unità esterne (presi di mira i file immagini, documenti, PDF, eseguibili etc.). Per sbloccare il PC e i file protetti servirà quindi piegarsi al riscatto. I ransomware sono senza ombra  di dubbio i virus più temuti per chi utilizza Windows. Tantissimi professionisti e aziende hanno perso libri contabili, buste paga e documenti importantissimi per colpa di un ransomware. I metodi per evitare l’infezione ci sono! In questa guida vedremo come muoverci per difendere il nostro PC dagli attacchi di un ransowmare. Difesa dai virus che chiedono un riscatto Un buon antivirus Scegliere un buon antivirus è il primo passo per difenderci dai virus che chiedono un riscatto. Possiamo sceglierne di gratuiti dalla nostra guida dedicata ai migliori antivirus gratuiti del 2016. Miglior antivirus gratis per PC [2016] Ricordiamoci che l’unico modo per rendere efficace un antivirus è tenerlo costantemente aggiornato, altrimenti perderà gran parte della sua efficacia. Tool di protezione anti-ransomware All’antivirus possiamo affiancare uno dei tool pensati per offrire una sicurezza aggiuntiva contro i virus che chiedono un riscatto. Questi programmi bloccheranno comportamenti sospetti, impediranno la cifratura dei file e “salveranno” la situazione nel caso l’antivirus faccia cilecca. Tra i migliori tool anti-ransowmare gratuiti troviamo Bitdefender Anti-Ransomware, già presentato sulle nostre pagine. Bitdefender ...

- Continua...