Task Manager in Windows 10: guida all’utilizzo

07-10-2016 15:31 - Fonte: www.chimerarevo.com

Che siamo o meno esperti di PC, ci hanno insegnato da subito che il Task Manager di Windows – quello a cui si accede premendo (anche) CTRL+ALT+CANC – serve solo quando il computer si blocca! Questo poteva essere vero nelle scorse edizioni di Windows, ma a partire da Windows 8 il task manager ha fatto un gran balzo in avanti permettendoci di gestire numerosi aspetti riguardanti i processi in esecuzione sul sistema. In particolare, il Task Manager di Windows di Windows 10 è stato perfezionato per gestire, oltre ai processi in esecuzione, anche i servizi di sistema e i programmi all’avvio; inoltre esso permette di monitorare l’uso delle risorse (attuale e cronologico), di cercare online le informazioni sui processi, di virtualizzare l’UAC (fini di debug) ed altro. Acquistare Windows con meno di 30 € Curiosi di scoprirne le potenzialità? Vediamo insieme come sfruttarle! Task Manager Windows 10 – Guida Accedere al Task Manager Il Task Manager di Windows 10 viene definito “Gestione attività”. Abbiamo almeno tre modi per accedervi: il primo è usare la classica combinazione di tasti CTRL+ALT+CANC e selezionare “Gestione attività” dal pannello che compare. Il secondo è di utilizzare la combinazione di tasti CTRL+SHIFT+ESC per mostrarlo immediatamente. Il terzo è di aprire Cortana o il menu Start e digitare al suo interno taskmgr.exe seguito da invio. Potremmo rimanere delusi dalla finestra che ci compare… ma basterà cliccare su “Più dettagli” per accedere al gestore completo ed aprire un mondo! Usare il Task Manager Scheda Processi La prima scheda che ci compare nel Task Manager è la scheda “Processi”. Tramite essa potremo gestire i processi in esecuzione sul PC o tablet. Da qui possiamo chiudere i programmi che bloccano il PC o lo rendono non reattivo. Facendo click su ciascuna delle colonne, ordineremo la lista dei processi in base al valore ...

- Continua...