Pokémon Go: addio bot e radar (per ora?)

11-10-2016 16:22 - Fonte: www.chimerarevo.com

Pokémon Go è stato un fenomeno mediatico, ora le acque sembrano essersi calmate. I giocatori sono diminuiti, sia per colpa di un grande numero di cheaters sia sopratutto per una formula di gioco assurdamente ripetitiva e capace di divenire noiosa abbastanza presto. Abbiamo parlato dei modi per barare a Pokemon Go, ad oggi pochi trucchi restano validi visto il blocco degli utenti col root. Pokémon Go si aggiorna: Pokémon compagno e protezione contro root/jailbreak Magisk: un root non individuabile da Pokémon Go Altri invece come i bot e i radar sono stati messi completamente Ko dal nuovo aggiornamento Niantic. Vediamo come Niantic è riuscita a uccidere tutti questi servizi. Le nuove API L’attacco è stato duplice: è stato inserito un capcha che appare durante il gioco se si tengono comportamenti sospetti. Il capcha è stato rapidamente aggirato, ma poi è arrivato il colpo del Ko da parte di Niantic: è stato forzato l’aggiornamento dal client 0.35.0, ad oggi quelle API non sono più funzionanti e chi si connette con quella versione viene automaticamente segnalato e bannato. Siccome tutti i bot e servizi di mappe si basavano su quelle API (che sono ad oggi le uniche disponibili) nessun servizio e bot è capace di funzionare. La volta scorsa che Niantic ha giocato questa carta cambiando drasticamente le API, i reverser sono riusciti a batterla ed a trovare le nuove in soli quattro giorni. Ma adesso la situazione è molto molto diversa: l’attenzione verso il titolo è scemata fortemente e quindi anche la comunità di persone al lavoro per trovare le nuove API è molto ridotta, inoltre la sicurezza del titolo Niantic è molto salita nelle ultime 4 settimane. Fast poke map ha annunciato che potrebbe tornare online in due settimane: pare stia assumendo dei reverser per decodificare le nuove API. Se il loro tentativo avrà successo vi aggiorneremo. Tutti questi indizi fanno pensare che non vedremo delle nuove API (0.39.0 e successive) tanto ...

- Continua...