Del tutto inutile eliminare Houseparty: smentite le voci sull’attacco hacker

31-03-2020 02:43 - Fonte: www.geekissimo.com

Arrivata puntuale la smentita su una catena WhatsApp che ha indotto molti utenti ad eliminare Houseparty, la nota app di messaggistica diventata particolarmente popolare in Italia per la facilità con cui consente videochiamate di gruppo. Sia per gli utenti Android, sia per coloro che dispongono di un iPhone. A maggior ragione in un periodo caratterizzato dalla distanza sociale a causa dell’emergenza Coronavirus. In particolare, lunedì sera ha preso piede un messaggio che ha creato non poca apprensione qui da noi per gli utenti iscritti. Eliminare Houseparty Perché è inutile eliminare Houseparty ed il proprio account Un fantomatico attacco hacker, infatti, avrebbe messo in discussione sicurezza e privacy di milioni di utenti, al punto da convincere un nutrito numero di persone ad eliminare Houseparty anche qui in Italia. Una prima smentita è arrivata sempre in serata da Bufale, che ha colto una dichiarazione rilasciata a The Sun da un esponente dello staff. Successivamente, però, sono arrivate altre prese di posizione. Andiamo con ordine ed analizziamo in primis il contenuto del messaggio WhatsApp che qui in Italia è arrivato il 30 marzo. Ecco come riconoscerlo: “Per chi avesse utilizzato House Party per le videochiamate mi stanno dicendo che rubano i dati per finalità illecite, per cui bisogna cancellare l’account dalle impostazioni. Condividi”. Sempre in serata, è arrivata la smentita da parte dello staff, con un apposito tweet tramite il quale tutti sono stati invitati a non eliminare Houseparty in seguito alle false voci che hanno preso piede in Italia e nel resto d’Europa: “Tutti gli account Houseparty sono in sicurezza: il servizio è sicuro, non è mai stato compromesso e non raccoglie password per altri siti“. Insomma, smentito nel modo più assoluto l’attacco hacker tanto temuto da diversi utenti che hanno scaricato l’app nel corso delle ultime settimane dalle nostre parti. L'articolo Del tutto ...

- Continua...