L’obiettivo fisheye: la guida per sfruttare al massimo le sue caratteristiche

10-08-2020 08:30 - Fonte: www.fotocomefare.com

Hai mai visto una foto come questa? La distorsione è elevatissima, sembra sbagliata. Ma l’immagine è potente e suggestiva. Per avere risultati simili serve un obiettivo speciale: il fisheye (letteralmente “occhio di pesce”, in inglese). Questo termine fu coniato da Robert W. Wood, nel suo libro Physical Optics, pubblicato nel 1911. Il motivo di questa scelta veniva dal fatto che il pesce, su fondo di un lago, ha una visione semisferica, ovvero di 180°. Esattamente l’angolo di campo minimo di un obiettivo fisheye. In questo articolo ti spiegherò tutto quello che serve per scegliere e usare un obiettivo fisheye: cos’è un obiettivo fisheye, gli effetti di un fisheye sulle tue foto, in che situazioni è opportuno usare un fisheye, i migliori obiettivi fisheye disponibili sul mercato. Cos’è un fisheye? Il fisheye è un obiettivo in grado di catturare un angolo di campo non minore di 180° . La lunghezza focale è compresa tra i 6mm e i 16mm (riferito al formato full frame). Un errore frequente è quello di considerare il fisheye un grandangolo molto spinto. Sorpresa: grandangolo con lunghezza focale sotto i 16mm non è necessariamente un fisheye. La differenza è a livello costruttivo. Nel fisheye le lenti e l’intero schema ottico sono finalizzati ad esaltare la curvatura delle linee cadenti. Al contrario, nei grandangoli, la costruzione è finalizzata ad attenuare (o eliminare) le distorsioni. Lo schema ottico di un fisheye è riconducibile a quello di un teleobiettivo invertito. È costituito, infatti, da uno o più elementi anteriori divergenti e da elementi posteriori convergenti, di dimensioni più ridotte. Esistono due tipi di obiettivi fisheye: rettangolare, circolare. La diversa catalogazione dipende dal tipo di immagine che proiettano sul sensore (o sulla pellicola). I fisheye rettangolari hanno lunghezza focale tra i 14 e i 16 mm. L’immagine catturata dalle lenti copre interamente la grandezza del sensore. Quindi ottieni un’immagine ...

- Continua...