Il formato HEIF

30-07-2022 09:53 - Fonte: www.fotografareindigitale.com

Con l’aumento dei contenuti digitali su Internet, sta diventando sempre più importante avere un formato immagine efficiente. Uno di questi formati è HEIF, che è progettato per essere il più piccolo possibile pur mantenendo un’alta qualità dell’immagine. In questo articolo, daremo uno sguardo più da vicino al formato HEIF, comprese le sue varianti come HEIC, e vedremo come si differenzia da altri formati di immagine come JPEG, GIF e PNG. Cos’è il formato HEIF? HEIF sta per High-Efficiency Image File format, che è fondamentalmente un contenitore in grado di memorizzare un’immagine o una sequenza di immagini in un unico file. Progettato per essere estremamente leggero ed efficiente, il formato HEIF può memorizzare le immagini con un rapporto di compressione molto alto che è circa due volte più efficiente di un’immagine JPEG di qualità equivalente. HEIF è basato sullo standard HEVC (High Efficiency Video Coding). Essendo un contenitore, può essere usato per memorizzare sequenze di immagini, come un’animazione GIF o una sequenza HDR.  Il formato HEIF è stato sviluppato dal Moving Picture Experts Group (MPEG), sotto lo standard ISO / IEC 23008-12 nel 2015. Da allora, è stato adottato da un certo numero di produttori, tra cui Apple, Microsoft e Canon. Apple ha introdotto HEIF come formato predefinito di immagini e video in iOS 11 utilizzando la variante HEIC, che ha spinto le aziende a supportarlo nel loro software, tra cui Adobe. Le immagini fisse memorizzate in formato HEIF hanno un’estensione di file .heif, mentre le sequenze di immagini hanno un’estensione .heifs. A seconda della variante e del codec usato (vedi più sotto), le estensioni possono cambiare. La variante più comune oggi è HEIC, che usa il formato video HEVC / H.265 per comprimere il contenuto. Memorizzazione dei dati HEIF Rispetto ai formati di immagini semplici come JPEG, il formato HEIF è in grado di memorizzare molti tipi ...

- Continua...