Il potere dell’immagine

11-08-2022 10:14 - Fonte: www.fotografareindigitale.com

Qualche tempo fa, stavo esaminando la collezione di foto di famiglia quando mi sono imbattuta in una delle sue fotografie di matrimonio, scattata negli anni ’70. Era una stampa 8×10 in bianco e nero. All’epoca aveva 24 anni e indossava il suo abito da sposa, ma non guardava direttamente la macchina fotografica, come era nello stile. La sua espressione facciale era anche informata da un senso di timidezza e meraviglia. Sono rimasto abbastanza colpito da quanto fosse spettacolare e classica questa immagine, e nonostante le sue proteste, ho insistito per incorniciarla – una dichiarazione non solo dell’importanza duratura di una singola immagine speciale, ma dell’importanza della stampa, specialmente ora che la maggior parte delle immagini sono in forma digitale facilmente perdibili o eliminabili. jplenio / Pixabay Qualsiasi artista saprà che un ritratto deve essere onesto. L’idea è quella di presentare una narrazione sulla personalità del soggetto, se possibile, per cercare di mostrare qualcosa che non è immediatamente ovvio. O documentare un evento importante nella vita di quell’individuo o di quell’insieme di individui. Sfortunatamente, sembriamo essere costantemente bombardati da immagini progettate per i social media e la pubblicità, che hanno un pregiudizio intrinseco verso un discorso narcisistico e giovanile e sono o molto stereotipate, se non completamente false. In questo regno, gli anziani tendono ad essere quasi invisibili – e apparentemente viviamo in un paradiso utopico del consumo di giovani perennemente felici e sorridenti, circondati da sfondi di intento altrettanto glamour e superficiale. In questo mondo, anche le location sono spogliate della loro identità e servono solo come tableau per enfatizzare lo smorgasbord di corpi e volti perfetti in mostra. Nel suo eccellente articolo “The Generation of the Self Obsessed”, Nasim approfondisce questo argomento, specialmente dalla ...

- Continua...