Linux Mint Debian Edition (LMDE): una Debian rolling-release

10-09-2010 09:00 - Fonte: www.ossblog.it
Linux Mint Debian Edition (LMDE) 2010.09

Mint è una popolare distribuzione basata su Ubuntu. Almeno, finora è stato così: conosciuta per la facilità d’installazione e utilizzo (garantiti dall’inserimento di applicazioni aggiuntive), Mint ha rilasciato una versione alternativa basata su Debian. Caratterizzata dal tipico colore verde, Linux Mint Debian Edition (LMDE) è distribuita come rolling-release al pari di Arch e Gentoo. Ciò significa che non esisteranno versioni rilasciate periodicamente, ma soltanto delle raccolte d’aggiornamento pubblicate in forma di LiveCD di cui gli utenti di LMDE 2010.09 potranno fare a meno. Questa formula di distribuzione, assente per la versione basata su Ubuntu, è particolarmente interessante: LMDE include archivi di Debian/Squeeze e della nuova versione di testing chiamata Wheezy, perciò basterà selezionare i repository desiderati per ottenere aggiornamenti sincronizzati con l’ultima Debian instabile. È presumibile che in futuro i LiveCD di Mint saranno basati sul ciclo di sviluppo di Debian, ma il sistema non richiederà installazioni ex novo come già avviene per le release di Arch e Gentoo. Un approccio inedito per distribuzioni che si appoggiano su APT e Debian. Entrando nel merito della distribuzione, LMDE 2010.09 è un DVD che occupa poco meno di 1Gb e prevede GNOME come desktop environment predefinito. È garantito il supporto a KDE, LXDE, Xfce, ecc. benché non sia possibile selezionarli in fase d’installazione. Al boot è richiesto l’ingresso in GNOME anche per installare LMDE sul disco fisso. L’installer, del tutto simile a quello per Ubuntu/Mint, ha qualche difetto nel partizionamento. Piccoli problemi di gioventù a parte, Linux Mint Debian Edition è un ottimo modo di migrare a Debian: pratica per i novizi, aggiornatissima per tutti. Linux Mint Debian Edition (LMDE) 2010.09 Immagine | Linux Journal Linux Mint Debian Edition (LMDE): una Debian rolling-release é stato pubblicato su ossblog alle ...

- Continua...