Ecco perché utilizzare dischi SSD. Decisamente più veloci.

19-09-2010 09:00 - Fonte: www.appletribu.com

Il video seguente, mostra le differenze tra un disco SSD a stato solito, e un classico hard disk. Entrambi sono montati su dei MacBook Pro. Il disco SSD risulta essere decisamente più veloce, a causa della velocità di accesso in lettura e scrittura, anche se siamo un po perplessi riguardo il MacBook Pro 13” di sinistra, che monta il classico hard disk: ha impiegato fin troppo tempo per partire! Un elemento che viene immediatamente alla luce analizzando le prestazione di un dispositivo SSD è la minore velocità in scrittura rispetto a quella in lettura e la sua forte variabilità in dipendenza della dimensione dei files che si vogliono scrivere e del grado di frammentazione dell’unità. Ciò dipende dal fatto che mentre i File system dei Sistemi Operativi solitamente usano blocchi di celle dalla dimensione di 4KB, nei dispositivi SSD la dimensione dei blocchi è molto superiore (es. 4MB). Questo comporta che per scrivere una cella dobbiamo leggere prima l’intero blocco, quindi scriverci sopra la cella desiderata lasciando le altre inalterate ed infine salvarlo. Ne deriva che se dobbiamo scrivere più celle (files più grandi) le prestazioni migliorano perché a fronte della lettura e poi del salvataggio di un blocco, possiamo scriverci dentro contemporaneamente tante celle quanto sono quelle libere disponibili. Un modo per migliorare le prestazioni è quello di conoscere i blocchi liberi (con nessuna cella utilizzata), per ottenere questo i Sistemi Operativi di ultima generazione mettono a disposizione il comando TRIM che comunica al controller dell’SSD quali blocchi sono inutilizzati migliorando dunque le prestazioni ed riducendo il degrado nel tempo (frammentazione). Il supporto al comando TRIM da parte del dispositivo SSD è dunque un parametro fondamentale da considerare al momendo dell’acquisto. Ricordiamo che Apple al momento dell’ordine di un computer Mac (MacBook Pro e Mac Pro), permette di scegliere ...

- Continua...