Htc "chiude" l'open source Android: il sistema dopo il reboot perde le modifiche

10-10-2010 19:15 - Fonte: www.ossblog.it

Polemiche sul nuovo Htc G2 con Android: un programma, a quanto pare inserito direttamente nell’hardware dello smartphone, impedisce la memorizzazioni delle modifiche apportate dall’utente. L’Htc G2 al momento non è disponibile in Italia, ma già si parla di attentato ad Android, che è un sistema operativo open source. Anche perché, a quanto pare, gli utenti non vengono avvisati che il telefono contiene un rootkit che vanifica le modifiche apportate: se spegni e riaccendi perdi tutto. Come ricorda Jessica Lambiase su Chimera Revo, è la stessa licenza di Android che consente di apportare modifiche, che tutt’al più possono non essere accettare dal produttore dell’hardware per il mantenimento della garanzia. UPDATE Mi segnala Fabio Erculiani che Htc avrebbe declinato la propria responsabilità accusando Google o il gestore della sim dell’eventuale prodotto brandizzato. La risposta sarebbe stata fornita a uno degli hacker di xda developers forum che avevano aperto una discussione su come rootare l’Htc G2, ben sintetizzata su Os News. Fabio mi scrive su Facebook: “E Open Source significa proprio che chiunque può farci quello che vuole, OEM, Carrier inclusi”. Ha ragione, ma come lo spieghiamo a tutti quelli che acquistano un telefono con Android proprio per farci quello che vogliono? Htc "chiude" l'open source Android: il sistema dopo il reboot perde le modifiche é stato pubblicato su ossblog alle 19:15 di domenica 10 ottobre 2010.

- Continua...