Con Ubuntu/Maverick esordisce in sordina Lubuntu (più o, meno)

11-10-2010 09:00 - Fonte: www.ossblog.it

Ieri è stata rilasciata Maverick Meerkat, l’attesa 13ª versione di Ubuntu. Con essa sono arrivate anche le derivate ufficiali Kubuntu per KDE e Xubuntu per Xfce. Forse a causa del giorno festivo (la scelta di domenica è stata dettata più che altro dalla numerologia), gli sviluppatori di Lubuntu si sono attardati a dare l’annuncio dell’esordio di questa distribuzione concepita per LXDE e hardware datato. Nonostante i ritardi dell’informazione sul sito del progetto, il wiki di Ubuntu riportava correttamente i collegamenti al download via BitTorrent o, HTTP. Se intendete provare Lubuntu 10.10, la prima opzione è quella suggerita: i mirror potrebbero essere intasati. Un’attenuante che bisogna concedere agli sviluppatori di Lubuntu (la distribuzione doveva essere pronta già con Lucid Lynx) deriva dal fatto che lo stesso LXDE non è ancora stabile. Il limite di Lubuntu, riguardo ai sistemi con ~160Mb di RAM su cui pure dovrebbe “girare”, è legato all’installer. Il LiveCD non prevedere la modalità solo-testo: ciò significa che molti potrebbero usare la distribuzione, ma non riusciranno a installarla. Un modo d’aggirare il problema è utilizzando il CD alternate di Ubuntu e partire da un sistema a riga di comando. La scarsa pubblicità a Lubuntu 10.10 ha un motivo molto semplice e per accorgersene basta provarla. La distribuzione è tutt’altro che pronta e ciò lascia presagire un’attesa ulteriore (sarà sufficiente Natty Narwhal?). Meglio non dare troppo credito alla release schedule, perché è stata stravolta troppo spesso. Lubuntu è ancora considerata come una «beta stabile». Lubuntu 10.10 esiste. Ha un installer grafico completo, tutti gli artwork aggiornati e un desktop minimale più o, meno funzionante. Prevede l’uso di Chromium come browser predefinito (che però sembra non voler partire dal lanciatore) e azzarda una modalità dedicata ai netbook. Dovrebbe basarsi su Unity, ...

- Continua...