Come chiudere programmi bloccati in Linux

12-06-2016 09:40 - Fonte: www.chimerarevo.com

Quando si lavora al computer l’incubo costante è quello di ritrovarsi con l’interfaccia grafica bloccata e senza la possibilità di salvare i documenti aperti. Malauguratamente questo può capitare su tutti i sistemi operativi, tuttavia (almeno in certe occasioni) è possibile chiudere programmi bloccati in Linux con interfaccia grafica senza bisogno di riavviare il sistema né di chiudere e riaprire il server grafico, eventualità nelle quali andrebbero perse tutte le modifiche ai documenti aperti e non salvati. In caso di blocco del server grafico (meglio nota come “desktop congelato”), in Linux, è possibile fare ricorso al piccolo ma efficiente Xkill. XKill è un’applicazione che permette di disconnettere qualsiasi applicazione dal server grafico provocandone un’apparente chiusura – apparente, in quanto potrebbe capitare che l’applicazione stessa resti comunque aperta e in background, anche se non più visibile in X. Nel 90% dei casi utilizzare XKill su un’applicazione bloccata permette di riprendere la normale attività del desktop. Vediamo insieme come chiudere programmi bloccati in Linux con Xkill e, successivamente, utilizzando i magic keys direttamente nel kernel. Chiudere programmi bloccati in Linux – Xkill Se il desktop utilizzato lo prevede e qualora il server grafico ci permetta ancora di farlo, è possibile invocare Xkill tramite il “runner” di sistema (il classico “esegui applicazione”). Per procedere bisogna premere la combinazione di tasti ALT+F2, scrivere al suo interno xkill e dare invio.  A questo punto il cursore del mouse sarà rilasciato dal server X e, se bloccato, ritornerà attivo cambiando però aspetto: la freccetta si trasformerà in una specie di “X” o addirittura in un teschio. Non bisognerà fare altro che cliccare su qualsiasi parte della finestra appartenente all’applicazione bloccata per disconnetterla ...

- Continua...