SystemD, presto in uso con Fedora 15, aggiunge CGroups allo shutdown

19-11-2010 15:00 - Fonte: www.ossblog.it

Non è la prima volta che si parla di SystemD su queste pagine. Sviluppato da Lennart Poettering, è un sistema alternativo a SysVInit (e che si propone di rimpiazzarlo). Il termine corretto, come descritto sulla pagina di freedesktop.org, è systemd: sarebbe dovuto essere in Fedora 14, ma è stato rinviato alla release successiva. Il servizio non riguarda esclusivamente Red Hat. SystemD è installabile su molte distribuzioni tra cui Arch, Debian, Gentoo, OpenSUSE e Ubuntu. Dovrebbe diventare il nuovo standard raccomandato per l’avvio e l’arresto di sistema. Le novità (ieri è stata rilasciata la versione 13) riguardano espressamente lo spegnimento del computer. In particolare, SystemD utilizza il supporto ai CGroups che era già presente nel kernel. Quest’ultima opzione non è mai stata così popolare, benché attivata in default nel kernel di distribuzioni come Ubuntu. Eppure si tratta di una funzionalità molto utile, che raggruppa ogni aspetto del sistema per separare l’esecuzione dei comandi da parte della/e CPU. Ciò dovrebbe evitare la necessità della patch di ca. 200 righe che sta facendo discutere in queste settimane. Via | Phoronix SystemD, presto in uso con Fedora 15, aggiunge CGroups allo shutdown é stato pubblicato su ossblog alle 15:00 di venerdì 19 novembre 2010.

- Continua...