Secunia, Google Chrome è stato il software più vulnerabile del 2012

20-03-2013 14:21 - Fonte: www.geekissimo.com

Diversamente da quel che potrebbe pensare la maggiore parte degli utenti i principali pericoli per la sicurezza non provengono dalle applicazione made in Redmond ma aggiudicarsi il titolo di veri colpevoli della diffusione di malware sono i software di terze parti, in primis Google Chrome. È esattamente questo quanto emerge dal Vulnerability Review 2013 di Secunia, un report su quelle che sono le vulnerabilità individuate nel corso del 2012 in vari prodotti e sulle patch che sono state rilasciate dalle software house. Sfruttando il tool Persona Software Inspector (PSI) Secunia ha fatto sapere che nel 2012 il mezzo di attacco maggiormente utilizzato è stato l’esecuzione di codice remoto da internet e che sono state registrate ben 9.776 vulnerabilità in 2.503 prodotti di 421 software house, dati questi che segnano un incremento pari al 5% rispetto al 2011. Se viene limitata l’analisi a quelli che sono i primi 50 prodotti installati cui computer degli utenti si apprende poi che ben 29 sono software Microsoft mentre 21 sono software di terze parti e, di conseguenza, che il numero totale di vulnerabilità individuate nella top 50 è uguale a 1.137 ma che solo il 14% di esse è stato causato dai software di Redmond. (...) Continua a leggere Secunia, Google Chrome è stato il software più vulnerabile del 2012, su Geekissimo Secunia, Google Chrome è stato il software più vulnerabile del 2012, pubblicato su Geekissimo il 20/03/2013 © @Bugeisha (Martina Oliva) per Geekissimo, 2013. | Permalink | Commenta! | Aggiungi su del.icio.us Hai trovato interessante questo articolo? Leggi altri articoli correlati nelle categorie News, Sicurezza, sicurezza informatica. Post tags: google chrome, malware, Microsoft, patch, report, secunia, Secunia PSI, Software, vulnerabilità L'articolo Secunia, Google Chrome è stato il software più vulnerabile del 2012 sembra essere il primo su Geekissimo.

- Continua...