Mac, scovato un nuovo malware che mostra pubblicità non gradite

22-03-2013 10:14 - Fonte: www.geekissimo.com

Pur essendo più sicura rispetto ad altre, la piattaforma Mac, così come il caso Flashback insegna ed a differenza di quanto è stato fatto per anni, non è sicuramente da considerare come inviolabile e completamente estranea a virus ed attacchi malevoli. Unitamente allo spinoso caso Flashback, infatti, da pochi giorni a questa parte una nuova minaccia, proveniente dalla russia, ha cominciato ad incombere sui sistemi operativi Mac OS X. Trattasi del Trojan.Yontoo.1, altrimenti definito anche come “trojan pubblicitario”, ovvero una minaccia informatica adware pensata per installare un plugin sui browser web in uso facendo visualizzare all’utente spot pubblicitari non richiesti. A scoprire la nuova minaccia è stata la società di sicurezza russa Doctor Web che ha sottolineato come il contagio possa verificarsi tramite l’installazione di software truffaldini come, ad esempio, programmi mediante cui scaricare filmati da YouTube. Una volta effettuato il download del pacchetto di installazione, infatti, l’utente visualizza la classica finestra di conferma di OS X ma accettando il processo ed inserendo la password piuttosto che il software scelto si ritroverà ad avere a che fare con un plugin per Firefox, Chrome e Safari che andrà ad invadere i browser web di pubblicità, pagina ufficiale di Cupertino compresa. (...) Continua a leggere Mac, scovato un nuovo malware che mostra pubblicità non gradite, su Geekissimo Mac, scovato un nuovo malware che mostra pubblicità non gradite, pubblicato su Geekissimo il 22/03/2013 © @Bugeisha (Martina Oliva) per Geekissimo, 2013. | Permalink | Commenta! | Aggiungi su del.icio.us Hai trovato interessante questo articolo? Leggi altri articoli correlati nelle categorie Mac, News, Sicurezza, sicurezza informatica, virus. Post tags: adware, Apple, Browser, Mac, malware, OS X, Plugin, pubblicità, Russia, Sicurezza, trojan, virus, virus mac L'articolo Mac, scovato un nuovo malware che mostra pubblicità ...

- Continua...