Google, una nuova iniziativa per non citare in giudizio gli sviluppatori Open Source

29-03-2013 11:51 - Fonte: www.chimerarevo.com

Google ha appena annunciato l’Open Patent Non-Assertion Pledge (OPN), una nuova iniziativa con cui la società ha promesso di non citare in giudizio sviluppatori, distributori e utenti di software open source che utilizzano brevetti di Mountain View, in particolare quelli che fanno riferimento a MapReduce (è un framework software brevettato e introdotto da Google per supportare la computazione distribuita su grandi quantità di dati in cluster di computer). Google sta ribadendo la sua passione e il supporto per tutte le tecnologie aperte. “Il software open source è stata alla base di molte innovazioni nel cloud computing, il web mobile e di Internet in generale” scrive Duane Valz, consulente di Google; “ci impegniamo per avere un Internet aperto che protegga la vera innovazione e continui a fornire ottimi prodotti e servizi“. L’iniziativa del gigante della ricerca coinvolge dieci brevetti della sua tecnologia MapReduce e questa promessa viene fornita con un impegno che ha lo specifico scopo di ridurre la minaccia dei brevetti al software open source. (...) Continua la lettura di: Google, una nuova iniziativa per non citare in giudizio gli sviluppatori Open Source © taninorulez per Chimera Revo, 2013. | Permalink | 2 commenti Feed enhanced by Better Feed from Ozh L'articolo Google, una nuova iniziativa per non citare in giudizio gli sviluppatori Open Source sembra essere il primo su Chimera Revo.

- Continua...