GNOME 3.8: come impostare l’indicizzazione dei files

29-03-2013 14:50 - Fonte: www.chimerarevo.com

Proprio ieri vi abbiamo parlato del rilascio di GNOME 3.8, e di quanto la ricerca all’interno dell’Activity Overview sia stata migliorata. Vi ho anche parlato della gestione della privacy, ma ho deliberatamente omesso di dirvi una cosa assolutamente fondamentale: di default, all’interno di GNOME 3.8 è attivo un meccanismo di indicizzazione (il cosiddetto tracking dei file), che permette al sistema di restituire più rapidamente i risultati di ricerca e, soprattutto, di restituire risultati sempre aggiornati (poichè per impostazione predefinita l’indicizzazione monitora anche le eventuali modifiche ai files). Il rovescio della moneta, però, purtroppo c’è: le risorse di sistema! Sebbene il meccanismo di indicizzazione sia pressochè impercettibile su macchine abbastanza recenti (sulla macchina con GNOME 3.8 ho un AMD Athlon X2, supportato da 3GB di RAM e la shell schizza che è un piacere), se ci troviamo per esempio ad operare su un notebook potrebbe venire fuori un altro importante fattore da considerare: la batteria.  Scommetto che ora vi starete chiedendo se c’è un modo semplice per personalizzare l’indicizzazione dei files senza toccare l’editor dconf e di conseguenza aumentare la possibilità di far danni: ebbene la soluzione c’è, e si chiama tracker-utils su Ubuntu 13.04, oppure tracker-ui-tools su Fedora 19. Tracker-utils è un pacchetto che installa un gestore (che funziona sia in modalità grafica, che in modalita CLI) delle opzioni di indicizzazione che vi farò vedere tra un secondo.  Per iniziare, tracker-utils non è installato di default con l’ambiente desktop GNOME (a meno che non abbiate installato tutto il metapacchetto ubuntu-gnome-desktop) : se utilizzate GNOME 3.7.x su Ubuntu 13.04 e volete dare un occhio a questo gestore, digitate da terminale sudo apt-get install tracker-utils Mentre se utilizzate Fedora 19 potrete ottenere lo ...

- Continua...