Windows 8 e Secure Boot: serve davvero l’ultima trovata di Microsoft?

07-05-2013 16:15 - Fonte: www.chimerarevo.com

«Secure Boot, altresì conosciuto come Trusted Boot, è una nuova feature di sicurezza in Windows 8 che sfrutta la “Unified Extensible Firmware Interface” (UEFI) per bloccare il caricamento e le operazioni di qualsiasi programma o driver non firmato da una chiave fornita dal sistema operativo, e che quindi protegge l’integrità del kernel, dei files di sistema, dei drivers d’avvio, e anche del software antimalware.» Microsoft Technet Prima di procedere con la nostra analisi, però, diamo rapidamente una definizione alle parole chiavi UEFI e Secure Boot: UEFI, che sta appunto per Unified Extensible Firmware Interface (interfaccia firmware unificata ed estensibile), è una tecnologia decisamente più longeva di quanto si pensi (è stata presentata per la prima volta da Intel ben 10 anni fa) che permette, fin dalla sequenza d’avvio del computer/tablet, di effettuare operazioni relativamente complesse con la stessa macchina senza bisogno dell’intercessione del sistema operativo completo. La tecnologia UEFI, infatti, prevede l’installazione di un “mini-sistema operativo” – se così possiamo chiamarlo – in una parte protetta di un disco (e/o drive a stato solido) partizionato ad-hoc allo scopo di poter effettuare operazioni ben più complesse di quelle altrimenti effettuabili con il BIOS - come ad esempio la gestione e la manutenzione della macchina da remoto, la possibilità di utilizzare il mouse e un’interfaccia grafica (GUI) user-friendly per accedere alle impostazioni delle periferiche, la possibilità velocizzare i tempi di caricamento o addirittura usufruire di un browser web - senza il bisogno di caricare il sistema operativo principale (Windows o Linux che sia) ed in maniera pressochè indipendente da esso. A differenza di BIOS (scritto in Assembly), UEFI è scritto utilizzando il linguaggio C++. Secure Boot: come avete letto poc’anzi, il Secure Boot ...

- Continua...