Pisicchio, la proposta di legge per mettere in ginocchio i bloggers ed il Web

20-05-2013 15:53 - Fonte: www.chimerarevo.com

È recente la condanna a nove mesi di carcere per il gestore della pagina Facebook Cartellopoli, dedicata alla lotta al degrado urbano di Roma, condannato per “Istigazione a delinquere e apologia di reato” su denuncia di una società di affissioni, aprendo a scenari inediti perché, in teoria, qualunque utente Facebook è ora a rischio di condanna. Insomma, basta che tra i commenti della vostra pagina appaia qualcuno che inviti a compiere reati di qualsiasi tipo e voi rischiate di essere condannati perché siete voi e solo voi i responsabili di ciò che accade! I fatti di questi giorni ci parlano anche di una condanna emessa dal tribunale di Varese il quale ha condannato in primo grado la blogger titolare di writersdream.org, dove l’amministratrice del blog ha ricevuto la condanna basandosi su una interpretazione della legge sulla stampa del 1948, che l’ha responsabilizzata rispetto al commento diffamante di un utente rivolto a una casa editrice. Come se non bastasse, ultimamente è scoppiata la polemica che si sta enormemente espandendo sul web dopo le parole di Beppe Grillo che ha commentato, in un suo post dal suo blog, quanto segue: «Nessuno può essere al sicuro rispetto un’eventuale denuncia per una critica al presidente della Repubblica. Allora, per difendersi, l’unico mezzo è non scrivere più nulla. Bocche cucite. Dita bloccate sulla tastiera. Commenti oscurati.» (...) Continua la lettura di: Pisicchio, la proposta di legge per mettere in ginocchio i bloggers ed il Web © capitainweb per Chimera Revo, 2013. | Permalink | 8 commenti Feed enhanced by Better Feed from Ozh L'articolo Pisicchio, la proposta di legge per mettere in ginocchio i bloggers ed il Web sembra essere il primo su Chimera Revo.

- Continua...