LEGO… land: l’arte di creare foto realistiche usando i giocattoli

28-05-2013 08:30 - Fonte: www.fotocomefare.com

Il forum di FotoComeFare diventa ogni giorno più ricco di contenuti di valore. Dopo aver scovato nei primi gironi il progetto di Fedilla, in questo articolo conoscerai il lavoro di Roberto. Si tratta di un progetto sulla toy photography, un genere che mi piace da morire. Roberto ha condiviso sul forum diversi riuscitissimi scatti che hanno come protagonisti i LEGO. Un soggetto giocoso, ma un risultato decisamente serio. Fotografare giocattoli in maniera creativa, in generale, è un qualcosa di stimolante perché induce a inventarsi sempre qualcosa di nuovo, di diverso, soprattutto se vuoi creare ambienti pseudo-reali, attinenti con il giocattolo stesso che intendi fotografare, sia esso una macchinina o un personaggio più o meno reale. Da questo presupposto e dalla passione per i mattoncini LEGO, è nato quindi un progetto in continua evoluzione che ho chiamato LEGO…land. In esso i piccoli personaggi della LEGO prendono “vita” all’interno di ambientazioni ricostruite in base alla fantasia del momento. Se hai dei bambini sei sicuramente avvantaggiato perché, oltre ad essere una buona occasione per avvicinarli al mondo della fotografia e per passare del tempo con loro, sono anche un pozzo di idee da cui attingere per realizzare i vari set. Navigando in rete puoi trovare diverse foto del genere, quindi non si può certo dire che il progetto sia nuovo in assoluto. Ciò che conta però è il divertimento e lo stimolo nel portarlo avanti. Anzi, proprio cercando su siti come 500px o flickr puoi trovare validi spunti creativi. Preparare lo scatto La parte facile dell’intero progetto è procurarsi i vari personaggi. Basta infatti recarsi in un qualsiasi negozio di giocattoli e chiedere delle minifigures LEGO, questo il loro nome, oppure per risparmiare qualcosa c’è sempre internet. Proprio le minifigures sono la parte più costosa, circa 4/5 euro ogni personaggio se si opta per le minifigures da collezione, che offrono molta più scelta ...

- Continua...