Roll It, il nuovo esperimento di Chrome: lo smartphone diventa un controller

29-05-2013 13:13 - Fonte: www.geekissimo.com

Google cerca di evidenziare la potenza del suo browser di navigazione, Chrome, tramite alcuni esperimenti che non solo ci permettono di verificare la forza del programma, ma anche di svagarci. L’ultima volta vi abbiamo parlato di World Wide Maze che trasformava qualsiasi sito web in un labirinto tridimensionale, nonché stage di un gioco in stile Marble Madness. Oggi è giunto il momento di testare un nuovo gioco: questa volta possiamo provare Roll It. L’esperimento rende protagonisti sia il nostro computer sia il dispositivo mobile e, dunque, ci permette di giocare senza fili con lo smartphone, sfruttando il suo accelerometro. Vediamo insieme come giocare. Per prima cosa raggiungete l’indirizzo g.co/rollit e seguite le istruzioni. Avrete bisogno di un computer e di uno smartphone, meglio se equipaggiato di Chrome, collegati alla stessa rete Wi-Fi. Tramite dispositivo mobile raggiungete l’indirizzo g.co/rollit ed inserite il codice mostrato nella finestra del browser del computer per completare la sincronizzazione. Dopo aver preso dimestichezza con i controlli, potrete iniziare a giocare! Lo scopo è quello di lanciare la pallina, con cautela, nei cerchi del gioco da Luna Park. Dovrete impugnare il device mobile in stile controller della Wii e cercare di calcolare il tiro. A disposizione avrete non solo la normale pallina, ma anche oggetti speciali come la sfera infuocata. Potranno partecipare sino ad un massimo di tre utenti e, inoltre, Google mette a disposizione vari livelli che posizioneranno i cerchi da centrare in zone differenti. Iniziate a divertirvi con Roll It, il nuovo esperimento di Google. Ricordatevi di impugnare saldamente il vostro smartphone, evitando di farlo finire contro lo schermo del computer! [ Link | Roll It ] [ Via | The Next Web ] Roll It, il nuovo esperimento di Chrome: lo smartphone diventa un controller, pubblicato su Geekissimo il 29/05/2013 © Desiree Catani per Geekissimo, 2013. | Permalink | Commenta! | Aggiungi su del.icio.us ...

- Continua...